Voglia di cargo bike? Ma quale scegliere?

Sempre più persone scelgono la cargobike come alternativa alla seconda auto di famiglia. Niente spese di mantenimento, niente carburante, entri in centro quando vuoi e parcheggi senza stress. Questi argomenti sono più che sufficienti per decidersi a fare il grande passo… ma per passare dall’idea alla strada è necessario scegliere il modello giusto.

Sì perchè si fa presto a dire “cargo bike”… Due o tre ruote? Long john o Long Tail? In questo articolo cercheremo di fare un po’ di chiarezza per permettervi di scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze.

Triciclo

https://www.christianiabikes.com/uk/

La cargo bike simbolo delle mamme danesi. Con una cargo a 3 ruote stile Christiania, si possono portare facilmente fino a 4 bambini (ovviamente utilizzando un modello con pedalata assisitita). Inoltre, molte delle persone che si avvicinano ad una cargo bike, non usa la bicicletta da un bel po’ di tempo. Sicuramente quindi il triciclo è la soluzione che dà più sicurezza. Sta in piedi da solo e per questo è possibile muoversi anche a bassissime velocità. Il triciclo dà il meglio di sè quando è utilizzato su strade pianeggianti o percorsi ciclabili, in quanto il suo essere su 3 punti di appoggio lo porta ad inclinarsi insieme alla superficie stradale, che spesso è “a schiena d’asino” ed in caso di strada dissestata, è più facile finire con una ruota in una buca, evenienza per niente è piacevole. Inoltre le curve devono essere affrontate a bassa velocità, poichè oltre i 12/15 km orari si rischia di cappottarsi. Anche manovrare negli spazi stretti o parcheggiare sul marciapiede può risultare difficile, poichè la larghezza di questo tipo di bici solitamente è intorno ai 90 cm. La velocità media è intorno ai 10/15 km orari, quindi è consigliabile usarlo per tragitti brevi, di massimo 5 km. I modelli più maneggevoli hanno le ruote che si inclinano in curva (tilting). Questo li rende molto più stabili e maneggevoli, però lo spazio di carico ne risente molto, poichè le ruote oscillanti occupano una gran parte dello spazio destinato di solito al carico. Tutti i modelli sono dotati di cappottina per proteggere i bimbi durante il periodo invernale.

Long-John

www.bcargo.bike

Le bici Long-John, stile Bullitt, sono nate come mezzo preferito dai ciclocorrieri, per la loro agilità nel traffico e la capacità di raggiungere velocità pari a quelle delle normali biciclette. Lo scotto da pagare è che all’inizio la risposta dello sterzo risulta differente da quella delle normali biciclette, poichè la ruota anteriore è più lontana del solito; di conseguenza il feeling iniziale non è immediato. Caratteristica favorevole è invece la distribuzione ottimale del carico, che permette di percorrere distanze anche importanti anche a pieno carico. Inoltre la maneggevolezza permette di passare attraverso tutti gli ostacoli che ci si presentano davanti (auto in sosta, paletti di ingresso alle piste ciclabili, ecc…). Le navicelle portabimbi sono dotate di cappottine per tenere i bimbi riparati sia dal sole, che anche dal freddo o dalla pioggia.

Un’altra interessante caratteristica delle long-john è che anche quando i bambini sono cresciuti, l’ampio spazio anteriore può essere utilizzato per trasportare spesa o carichi di qualsiasi tipo.

Long Tail

www.bicicapace.com

Le long tail sono un tipo di cargo bike che sta avendo un rapido sviluppo. La grande forza di queste bici è l’immediato feeling che si ha appena saliti in sella. Avendo il carico sul posteriore, lo sterzo è identico a quello delle bici normali, quindi anche le persone più timide riescono a sentirsi subito a proprio agio. Le long-tail sono pensate per trasportare 2 o 3 bambini in tutta comodità. I punti deboli di questa categoria sono il baricentro alto del carico (quindi i bambini più grandicelli che si muovono danno la spiacevole sensazione di instabilità dei normali seggiolini da bici) ed il fatto che dopo che i bambini sono cresciuti, lo spazio posteriore è meno capiente rispetto alle Long-John. Inoltre non è quasi mai possibile montare cappottine parapioggia, e di conseguenza i bimbi sono più esposti alle intemperie, anche se, il fatto di essere sistemati posteriormente, fa sì che la mamma o il papà fungano da “parabrezza”

Per concludere:

  • Il triciclo è perfetto per trasportare 2 o più bimbi su percorsi ciclabili o pianeggianti, senza fretta.
  • La long-john è perfetta per i genitori sprint, che vogliono più flessibilità e agilità e si trovano già a proprio agio con le normali bici
  • La long tail è perfetta per le mamme che desiderano una bici semplice da guidare ed in grado di portare 2 o 3 bambini

Il nostro consiglio rimane comunque sempre quello di provare e riprovare quanti più modelli possibili per capire qual è quello più adatto a voi.

Oppure avete già deciso?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *